CORSO ANNULLATO IN DATA 9 OTTOBRE 2019 PER MANCATO RAGGIUNGIMENTO NUMERO MINIMO

MTPR – Manipolazioni in Trazione in Posizione di Riposo

Docente

Prof José Miguel Tricás Moreno PhD, PhT, MstOMT, Head Teacher of Physical Therapy, Direttore del Master OMT dell’Università di Zaragoza, Direttore dell’Unità di Ricerca in Fisioterapia dell’Università di Saragozza (Spagna).  Il Prof. Tricás coopera strettamente con il Prof. Freddy Kaltenborn ed Olaf Evjenth.Ha presentato oltre 20 lavori presso congressi internazionali sulla terapia manuale ortopedica.

Assistenza e traduzione

dr. Simone Patuzzo, Rappresentante nazionale KEOMT, mRDM, mODL, FATM, specializzato nella terapia manuale OMT Kaltenborn-Evjenth

Presentazione

Corso originale Kaltenborn, basato sul libro originale.

Esistono due tipologie di manipolazione: rotatorie e traslatorie. Le tecniche rotatorie specialmente se applicate con grande forza sono le più facili da apprendere e da eseguire, ma senza dubbio sono potenzialmente le più dannose per il paziente.
– Definiamo la manipolazione in trazione in posizione di riposo come un impulso (thrust) di alta velocità e piccola ampiezza che provoca la separazione delle superfici articolari.
– applicate nella posizione di riposo articolare, lontano dai range articolari massimali, la manipolazione in trazione in posizione di riposo costituisce una metodologia sicura ed efficace per apprendere l’impulso manipolatorio sia per trattare efficacemente le restrizioni o blocchi intra-articolari.

Le tecniche di manipolazione in trazione in posizione di riposo si sono evolute a partire dalle tecniche rotatorie con grande braccio di leva fino alle tecniche traslatorie di trazione in posizione di riposo. Questo lavoro è stato sviluppato dal Prof. Freddy Kaltenborn e dal Prof. Olaf Evjenth in più di 50 anni di esperienza professionale. La foto seguente illustra questa evoluzione tecnica verso la sicurezza e specificità per il segmento lombare

imagenfreddy

Programma

Il corso dura 3 giornate

– Presentazione del corso
– Introduzione alla manipolazione – Trazione nella posizione di riposo
– Principi generali :
• Piano di trattamento
• traslazione
• Rotazione
• roll -Slide
• Manipolazione -Trazione
• L’abbandono delle tecniche di rotazione
• Il ” pop”
• Valutazione per la manipolazione : la diagnosi fisica , controindicazioni , le indicazioni , la misura del progresso.
• Tecnica di manipolazione
• Applicazione del thrust
• Verificare della sensazione finale appropriata alla manipolazione
• Posizionare l’articolazione nella posizione di riposo attuale
• Impostare la direzione della spinta per il thrust
• Applicare la manipolazione con thrust in trazione : velocità, ampiezza, sincronizzazione, forza .
– Progressione del trattamento
– Procedure post- manipolative

Tecniche di manipolazione in trazione in posizione di riposo dell’arto superiore
• Dita della mano: DIP articolazioni IFP e MCF delle dita
• mani: carpametacarpale
Articolazione del polso :
• Polso
• Avambraccio: omeroradiale
• Gomito : omerocubitale
• Spalla: gleno-omerale
• Cintura scapolare: ECC e AC

Tecniche di manipolazione in trazione in posizione di riposo dell’arto inferiore
• Dita : DIP articolazioni IFP e MTF delle dita
• piede e  caviglia: articolazioni del piede sul lato mediale e laterale, sottoastragalica e tibiotarsica.
• Ginocchio : tibiofemorale
• Anca: articolazione coxofemorale ( thrust distale e thrust laterale)

Tecniche di manipolazione in trazione in posizione di riposo nella colonna lombare
• L1 – L5 della colonna lombare in decubito laterale e in posizione seduta ( con e senza  fissazione caudale)
– Tecniche di manipolazione in trazione in posizione di riposo nella colonna toracica
• T4 – T12 in posizione supina
• T4 – T12 in posizione seduta ( con o senza fissazione caudale )

Tecniche manipolazione in trazione in posizione di riposo delle coste
• coste 2 ° e il 12 ° in posizione seduta e in posizione supina
• 1 ° costola

Tecniche manipolazione in trazione in posizione di riposo nel tratto cervicale
• Atlo-occipitale e atlante epistrofeo  : in posizione supina e in posizione seduta
• C2 – C6 : in posizione supina
• C7 – D3 : in posizione seduta

30 crediti ECM previsti

Date: 25-26-27 ottobre 2019

Sede dell’evento

Hotel Saccardi Quadrante Europa, Via Ciro Ferrari, 8, 37066 Caselle VR

Destinatari

Questo corso è riservato a Fisioterapisti 

    Approfondimenti

    Tali tecniche sono state ideate e raffinate nel corso degli anni da Kaltenborn in modo da essere efficaci e soprattutto sicure sia quando applicate da un fisioterapista esperto sia da mani inesperte.

    Attraverso questo corso potrai avviare un processo di miglioramento che ti renderà un fisioterapista esperto nel corso del tempo.

    Motivazioni e contenuti del corso
    Gli studenti dovrebbero essere introdotti a tecniche manipolative sicure precocemente nella loro educazione clinica di base in modo che abbiano l’opportunità di sviluppare “la testa e le mani” per tali tecniche nel corso di molti anni.

    Differenza tra mobilizzazione (es. corso di primo livello) e manipolazione

    L’indicazione ad una manipolazione è una restrizione intra-articolare. La manipolazione è il trattamento con maggiore efficacia attualmente disponibile per trattare le restrizioni intra-articolari. Per imparare a valutare quando manipolare, serve frequentare questo corso. Sono infatti necessarie abilità palpatorie. In generale l’indicazione alla manipolazione comprende la presenza di un end-feel meno elastico, più fermo, e che solitamente compare prima nel range rispetto ad una articolazione normale (per es. un articolazione ipomobile). In tale contesto la manipolazione ha un effetto meccanico di rilascio dell’articolazione. Inoltre una manipolazione può rilassare uno spasmo muscolare eventualmente compresente ad una disfunzione articolare. Molte condizioni articolari che non rispondono alla mobilizzazione possono essere trattate efficacemente con la manipolazione. Non c’entra l’ abilità del fisioterapista nell’eseguire la mobilizzazione: la mobilizzazione, per la sua stessa natura, ha alcune limitazioni in efficacia rispetto alla manipolazione.

    Tecniche sicure da praticare e da erogare sul paziente

    Nel passato Kaltenborn insegnava le tecniche di manipolazione solo a fisioterapisti esperti in ambito clinico in relazione alla preoccupazione per la sicurezza del paziente. Ora, dopo decenni di affinamento delle tecniche e grazie alla sua esperienza di insegnamento, Kaltenborn ha sviluppato delle efficaci tecniche di manipolazione che sono sicure da praticare anche nel contesto dei corsi di formazione.

    Le tecniche di manipolazione Kaltenborn applicano un thrust in trazione dopo che lo slack è stato raggiunto in modo lineare dalla Posizione Attuale di Riposo dell’articolazione. Tali tecniche sono sicure sia quando applicate da un fisioterapista esperto sia da mani inesperte.
    Le tecniche di manipolazione in trazione in posizione di riposo sono le tecniche più sicure per ripristinare la normale funzionalità delle articolazioni e ridurre il dolore.

    Si affrontano contenuti correlati :

    – Introduzione al trattamento – trazione in posizione di riposo
    – Principi generali : Piano di trattamento , traslazione, rotazione , rotolamento, scivolamento , roto-scivolamento , manipolazione-trazione
    – Sono abbandonate le tecniche rotative
    – Il ” pop”
    – Valutazione per la manipolazione: diagnosi fisica , controindicazioni,  indicazioni, la misurazione del miglioramento clinico.
    – Tecniche di manipolazione
    – Applicazione del Thrust : Sensazione finale appropriata, posizionamento dell’articolazione in posizione di riposo attuale,  impostazione della direzione dell’impulso e applicazione corretta del thrust tenendo in conto aspetti come l’ampiezza, la velocità, la sincronizzazione e la forza .
    – Progressione di trattamento
    – Procedure post- manipolative

    Obiettivi:
    – Definire la manipolazione, tipi di manipolazione utilizzati nella terapia manuale e le ripercussioni biomeccaniche sul paziente .
    – Comprendere i principi di base per la manipolazione sicura ed efficace sia del contesto clinico e durante la pratica delle tecniche durante il corso ( tra gli studenti ) .
    – Identificare le indicazioni e le controindicazioni alla manipolazione articolare .
    – Acquisire abilità pratiche articolare valutazione disfunzioni e utilizzare come una manipolazione trattamento .